CONVOGLIO PRIMAVERA 2016

 

new

CONVOGLIO PRIMAVERA 2016

 

Una nuova Missione in Bielorussia nell’ambito del Progetto Chernobyl è in partenza per aprile 2016   partenza lunedi 18 ritorno lunedi 25
La missione si propone come obbiettivo di consolidare i contatti e i luoghi di collaborazione già in atto e rinnovare l’amicizia e la collaborazione con i luoghi e i contatti nuovi visitati per la prima volta in autunno
.

 

CONSIGLI UTILI

CONSIGLI UTILI
CARTA DI MIGRAZIONE
All’arrivo nella Repubblica di Belarus, in frontiera, viene compilata la carta di migrazione, sulla
quale la polizia metterà il timbro di entrata. La carta di migrazione va conservata per tutto il periodo
di soggiorno; serve per la registrazione ed all’uscita dovrà essere consegnata in aeroporto alla
polizia di frontiera.
REGISTRAZIONE OBBLIGATORIA
Ogni cittadino straniero che si reca in Bielorussia è obbligato entro tre giorni dall’ingresso a
registrare la propria presenza presso gli uffici di cittadinanza e migrazione della polizia locale.
La maggior parte degli alberghi, nel caso di alloggio presso di loro, effettua la registrazione a vostro
nome mettendo il timbro relativo sulla carta di migrazione. Nel caso in cui l’albergo non effettui la
registrazione, oppure soggiorniate in case private, vi raccomandiamo di provvedere voi stessi alla
registrazione, in quanto una tale mancanza potrebbe sanzionare una multa ed al limite anche il
decreto di espulsione.
DOGANA – REGOLE DOGANALI PER L’INGRESSO IN BIELORUSSIA
Per ogni persona che si reca in Bielorussia è consentita, senza il pagamento di alcun dazio doganale,
l’importazione di:
· Beni personali il cui valore dichiarato non superi la cifra di 1.000 euro ed il peso di 35
chilogrammi. Nel caso il peso e valore dei beni superi i limiti stabiliti, verrà richiesto il
pagamento di un dazio doganale secondo le norme esistenti.
Importante: Questa restrizione non viene applicata per l’importazione temporanea di beni
personali usati dai cittadini stranieri, i quali possono essere importati senza limiti di peso e
valore.
· Generi alimentari il cui peso non superi i 5 chilogrammi. Si raccomanda che siano
confezionati (possibilmente sottovuoto formaggi e carni o derivati).
Se il peso dei generi alimentari importati e’ da 5 a 30 kg – verrà richiesto il pagamento di un
dazio doganale pari 2 euro al kg.
Se il peso dei generi alimentari importati superi 30 kg – verrà richiesto il pagamento di un
dazio doganale pari a 3 euro al kg.
· Alcolici: 2 litri (importazione permessa a persone maggiori di 18 anni).
· Birra: se non superi il 7 per cento del contenuto dell’alcol viene importata senza dazi pero fa
parte dei 35kg limitati.
· Sigarette: 200 sigarette o 200 g di tabacco (importazione permessa a persone maggiori 18
anni).
· 3 capi di abbigliamento in pelle.
· Articoli elettrici o elettronici (macchine fotografiche, cineprese, computer portatili, lettori
dvd e cd, radio etc ) per uso proprio.
· Articoli elettrici o elettronici per l’importazione per i quali viene richiesto il pagamento di
un dazio doganale (TV, monitor per i computer, elettrodomestici, etc) – solo per uso proprio
dichiarandone sull’apposito modulo l’importazione temporanea e con la garanzia
d’esportazione all’uscita,.altrimenti verrà richiesto il pagamento di un dazio doganale
secondo le norme esistenti.
· 5 oggetti d’oro Questa restrizione non viene applicata per l’ importazione temporanea degli
oggetti personali usati dai cittadini stranieri.
La valuta in contanti può essere importata in Bielorussia senza limite, salvo dichiararne la somma
all’entrata, se questa supera i 10.000 dollari americani.
REGOLE DOGANALI PER L’USCITA DALLA BIELORUSSIA
E’ possibile esportare senza dichiarare una somma che non superi 3.000 USD.
Le somme da 3.000 a 10.000 USD obbligatoriamente debbono essere inserite nella dichiarazione
Doganale.
E’ possibile esportare cifre superiori ai 10.000 dollari americani esclusivamente se:
· In possesso di un permesso speciale di una Banca bielorussa.
· In possesso della dichiarazione di valuta per pari o superiore cifra, rilasciata all’entrata in
Bielorussia.
Tutti i tipi di quadri, icone e monete (anche quelli moderni e con la ricevuta del negozio) si
esportano esclusivamente con una autorizzazione speciale del Ministero della Cultura
E’ possibile esportare un massimo di:
· 250 grammi (anche 2 scatole da 140 g) di caviale nero (uova di storione).
· Caviale rosso (uova di salmone) senza i limiti ma, comunque in quantitativi ragionevoli.
PER TELEFONARE IN ITALIA DA UN CELLULARE ITALIANO (a contratto)
Digitare + 39 (prefisso della città con lo zero) (numero telefonico).
Digitare + 39 (prefisso del cellulare senza lo zero) (numero telefonico del cellulare).
DA UN TELEFONO FISSO BIELORUSSO (per esempio dalla camera di albergo)
Digitare 8 ed attendere un segnale continuo, poi digitare 1039 (prefisso della città con lo zero)
(numero telefonico).
Digitare 8 ed attendere un segnale continuo, poi prefisso del cellulare con lo zero e numero del
cellulare).
PER TELEFONARE IN BIELORUSSIA DA CELLULARE ITALIANO (a contratto) A
CELLULARE BIELORUSSO
Bisogna chiamare come dall’Italia: +375 (numero di cellulare con prefisso).
DA CELLULARE ITALIANO (a contratto) A TELEFONO FISSO BIELORUSSO
Come dall’Italia + 375 (prefisso della località) (numero telefonico).
DA TELEFONO FISSO BIELORUSSO A TELEFONO FISSO BIELORUSSO (per esempio
dalla camera di albergo)
Se vi trovate nella stessa località chiamare direttamente il numero, facendo attenzione a mettere un
2 o 3 davanti al numero se questo è di Minsk ed ha solo 6 cifre.
Se invece dovete chiamare in un’altra località:
digitare 8 ed attendere un segnale continuo poi (prefisso della città) e (numero telefonico).
DA TELEFONO FISSO BIELORUSSO A CELLULARE BIELORUSSO
Digitare 8 ed attendere un segnale continuo poi (prefisso del cellulare) e (numero del cellulare).
ORA LOCALE
Un’ora in più rispetto all’ora italiana.
MEZZI DI TRASPORTO PUBBLICO
Pullman, filobus, tram: i biglietti si vendono nelle edicole dei giornali e costano 600 rubli.
Metropolitana: all’entrata è in vendita un gettone per l’ingresso e costa 600 rubli.
Taxi: ci sono numerose stazioni in tutta la città di Minsk, in ogni caso è possibile prenotarli per
telefono ai numeri 181, 161,107,101,184.
Negli alberghi la ricezione può prenotare il taxi.
UNITA’ MONETARIA
In Bielorussia l’unità monetaria ufficiale è il rublo bielorusso.
Sono in circolazione solo banconote di carta da  20, 50, 100, 200, 500 e banconote
grandi da1.000, 5.000, 10.000, 20.000, 50.000,100 000,200 000 rubli bielorussi.
Esistono numerosi uffici di cambio sparsi su tutta la città.
Le carte di credito più diffuse sono VISA e MASTERCARD e sono accettate nella maggior parte
dei ristoranti e dei grandi magazzini.
CORRENTE ELETTRICA
Il voltaggio è di 220 V e le prese di corrente sono come quelle italiane.
TEATRI E MUSEI
A Minsk esistono numerosi teatri (Teatro dell’Opera e del Balletto, Teatro drammatico russo,
Teatro della commedia musicale, ecc.) e musei (Museo della seconda guerra mondiale, Museo
nazionale d’arte, Museo etnografico della storia e della natura bielorussa, ecc.). Nel centro di Minsk
è posizionato il Circo Stabile.
Per qualsiasi motivo è a vostra disposizione la nostra agenzia viaggi:
GULLIVER TRADE AND TRAVEL COMPANY
VIA KOMSOMOLSKAYA n. 34 / 1
220050 MINSK
BELARUS
In caso di necessità potrete sempre rivolgervi per tutte le informazione o l’aiuto necessario presso i
nostri uffici dalle ore 10.00 alle ore 18.00 dal lunedì al venerdì
AI SEGUENTI NUMERI TELEFONICI
210 46 20, 210 46 21, 227 08 86
In ogni caso per vostra tranquillità la Gulliver ha attivato in Bielorussia un cellulare funzionante 24
ore su
24 con personale in lingua italiana. Prendete nota del seguente numero e per qualsiasi urgenza
telefonate
0296 777200

confezionamento e invio pacchi famiglia

                                            

Invio Pacchi in Belarus
ISTRUZIONI PER IL CONFEZIONAMENTO DEI PACCHI FAMIGLIAGentili Famiglie, al fine di agevolare il lavoro dei Volontari e di evitare inutili lungaggini tecniche e/o burocratiche che potrebbero ostacolare (e in casi estremi anche impedire) la distribuzione dei pacchi ai destinatari, Vi forniamo le istruzioni per il corretto confezionamento degli stessi con la preghiera di attenervisi quanto più scrupolosamente possibile.Vi ringraziamo fin da  ora per la Vostra cortese collaborazione.

  • Dimensioni e peso: scatoloni forniti direttamente dall’Associazione di due misure 60x40x30 cm oppure 40x40x30 cm di peso non superiore a 20 Kg cadauno; il loro numero è illimitato. Le scatole sono disponibili presso le sedi delle associazioni.
  • Imballaggio: non sigillare gli scatoloni , lasciarli  aperti
  • Scadenza minima alimentari = superiore ai 6 mesi, rispetto alla data prevista per la partenza del convoglio umanitario, quindi oltre: 16/12/2016
  • Peso massimo = 20 kg.
  • Massimo 2 pacchi per ogni nominativo.
  • Compilare con estrema precisazione l’etichetta  col contenuto del pacco da inserire all’interno del pacco.
  • Compilare con estrema precisazione l’etichetta   con tutti i dati richiesti (indirizzo del destinatario, recapito della famiglia mittente e contenuto del pacco) da attaccare LATERALMENTE all’esterno del pacco, NON SOPRA (nel caso di cartoni rettangolari, applicare su di un lato LUNGO).
  • Pesare il pacco e segnare il peso nell’apposito spazio sull’etichetta.
  • Quota per singolo pacco nominativo =  35 euro.

 

 

Elenco generi ammessi

  • Caffè (solo se macinato!)
  • Pasta
  • Cacao (solo se in polvere!)
  • Zucchero
  • Olio vegetale (no bottiglie di vetro!)
  • Cioccolato
  • Biscotti
  • Marmellata
  • Pomodori in scatola
  • Frutta in scatola
  • Succhi di frutta (no bottiglie di vetro!)
  • Verdura in scatola
  • Shampoo
  • Sapone
  • Dentifricio
  • Bagnoschiuma
  • Pannolini ed assorbenti igienici
  • Detergenti
  • Vestiario (anche usato, purché in buono stato!)
  • Scarpe e borse (anche usate, purché in buono stato!)
  • Giocattoli (anche usati, purché in buono stato e non in italiano!)
  • Cancelleria
  • Biancheria da letto
  • Biancheria da bagno
  • Biancheria da cucina

 

Elenco generi NON ammessi

  • Riso
  • Margarina
  • Burro
  • Miele
  • Carne in scatola
  • Pesce in scatola
  • Farina
  • Latticini
  • Caramelle
  • Omogeneizzati
  • Caffè in chicchi
  • Fave di cacao
  • Leguminose secche (fagioli, piselli, ecc…)
  • Frutta secca
  • Sementi di legumi e fiori
  • Colazioni secche (fette biscottate, cereali, ecc…)
  • Medicinali
  • Soldi
  • Alcolici
  • Sigarette

N.B. Le biciclette sono considerate pacchi nominativi! 

  •  

Per il convoglio di APRILE 2016 i pacchi dovranno esserci  consegnati entro il 25 FEBBRAIO

Oltre questa data non saranno accettati i pacchi per questo convoglio


 Per tutto cio’ che non fosse contemplato nel presente documento contattare l’Associazione.

 

news

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    Un grazie di cuore dai nostri bambini a tutti coloro che hanno acquistato il panettone

Un carico di speranza nella regione di Gomel Duemilacinquecento chilometri ad andare, altrettanti a tornare. E in mezzo altri duemila, da un villaggio a un orfanatrofio, da  una scuola a un ospedale. Delle tante frontiere, la più dura da superare  per la carovana della solidarietà di Help Italia resta quella che porta a tu per tu con il bisogno. Chernobyl, con le conseguenze da scontare chissà ancora per quanto, è anche un riflettore acceso su uno degli angoli più poveri d’Europa.  Una terra confinante con la parte d’Ucraina nella quale si trova l’enorme  sarcofago della centrale nucleare.Help Italia unisce (moltiplicandone le possibilità) associazioni di volontariato emiliane, lombarde, venete, toscane e sarde  che hanno come obiettivo comune migliorare le condizioni di vita delle popolazioni colpite dalla catastrofe di Chernobyl, con particolare riguardo verso i minori. Nelle scorse settimane, Help Italia ha di nuovo portato il suo carico di speranza (tangibile, «tradotta» in beni materiali di prima necessità) nella regione di Gomel. Responsabile della missione e motore infaticabile per tutti i settemila chilometri è stato  Davide Fanti. Con lui, tra gli altri 27 volontari della spedizione, Francesca Fantoni, ,  Dei ventotto partecipanti alla missione, quattro hanno raggiunto la Bielorussia in aereo, mentre gli altri hanno misurato le distanze chilometro per chilometro, a bordo di  quattro camper che hanno attraversato il nord Italia, l’Austria, la Germania e la Polonia, prima di arrivare a Gomel. «Due giorni di strada – spiega Fanti – per un viaggio faticoso, ma ricco di soddisfazioni». Oltre che il loro equipaggio, i camper trasportavano settanta pacchi preparati dalle famiglie per i ragazzi bielorussi ospitati durante le ferie estive.Distribuiti i pacchi, i camper sono stati caricati con cibo,  vestiti, materiale sanitario e didattico acquistati in Bielorussia, dove i 35 euro versati da ogni famiglia per questo scopo sono stati fatti fruttare al meglio.A beneficiarne sono stati i piccoli ospiti degli orfanatrofi di Gomel, Babici (Rechitsa), Zareste (Magilev), gli alunni della scuola di Strukaciov, il villaggio di Smagarin, le case famiglia di Rechtisa, l’asilo di Strilicevo a Koinichi, il centro delle suore di Madre Teresa a Gomel.«Nel frattempo – prosegue Fanti – si continua a puntare sulle collaborazioni tra ospedali. E’ stata data la possibilità a medici bielorussi specializzati nella cura di malattie cardiovascolari di frequentare stage in Italia di Cardiochirurgia mininvasiva. E specialisti italiani hanno effettuato numerosi interventi a cuore aperto a Gomel. Ora si cerca di intensificare la collaborazione per l’oncologia (ed è facile immaginare quanto l’argomento sia sentito nella zona di Gomel) e per ridurre la mortalità prenatale». Inoltre, con l’amministrazione regionale di Gomel Help Italia ha siglato accordi per  cooperare con diversi enti bielorussi alla realizzazione di importanti progetti sulle case-famiglia, il microcredito, la collaborazione scientifica e sportiva.«Ma il progetto di maggiore rilevanza è però la creazione di un centro economico e culturale italo-bielorusso a Gomel» ricorda il responsabile della spedizione. Uno dei tanti obiettivi dell’associazione, il cui presidente Gian Emilio Crippa ha visitato nuove realtà bisognose d’aiuto.«L’obiettivo è di inviare due autoarticolati con il convoglio del   prossimo aprile, aumentando  gli sforzi fisici ed economici». 
 

.

 

L’associazione

L’Associazione “BAMBINI NEL CUORE” ARPIOLA onlus, è un’associazione senza fini di lucro, composta esclusivamente da volontari che prestano la loro opera senza ricevere alcun compenso. Operiamo in collaborazione con altre Associazioni di Volontariato, con le quali promuoviamo e realizziamo programmi di accoglienza temporanea di minori provenienti da zone fortemente colpite dalla catastrofe di Chernobyl, e cerchiamo di portare aiuti umanitari e sostegno nei loro paesi di origine.

___________________________________________________________________________________________________

Cosa facciamo In concreto la nostra L’Associazione sta cercando di svolgere in Bielorussia, nello specifico nella regione di Gomel, a pochi chilometri da Chernobyl, una serie di iniziative volte al miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni che ancora oggi vivono in condizioni di precarietà. L’ultimo convoglio fatto nello scorso Aprile ha consegnato nel villaggio di Smagorin quintali di generi di prima necessità come farina, pasta, riso, vitamine per i bambini, medicine, ecc. In particolare abbiamo avviato un’attività di collaborazione con questo piccolo villaggio abitato da circa 160 persone, ci auguriamo che anche con il vostro aiuto, in futuro, si possano ottenere i propositi che ci siamo prefissati: ;  intonacatura della facciata dell’edificio scolastico perché inesistente; · rifacimento della recinzione perimetrale in legno, attualmente pericolante e quindi pericolosa; · ultimazione della rete idrica di distribuzione dell’acqua potabile alla singole case; · progettazione, ai fini di una futura realizzazione, di un impianto fognario; · soggiorno di risanamento terapeutico nell’ estate 2016  per un  gruppo di bambini